Alle origini della nostra civiltà : l’intervento dell’Assessore Gianni Berrino sulla rupestre cappella di Santa Brigida

Alle origini della nostra civiltà :

l’intervento dell’Assessore Gianni Berrino sulla rupestre cappella di Santa Brigida Il racconto di un’antica leggenda di una principessa svedese ai piedi del Monte Faudo

Regione Liguria – In merito alla pubblicazione dell’articolo ‘Alle origini della nostra civiltà’: alla scoperta della rupestre cappella di Santa Brigida sul Faudo, in esclusiva per i nostro lettori, l’Assessore al Turismo della Regione Liguria rilascia una dichiarazione:
La Chiesa di Santa Brigida, in Provincia di Imperia, ai piedi del Monte Faudo, sopra Civezza, è un luogo molto caratteristico e faceva parte della rete di percorsi sacri dei pellegrini per andare a Roma.
Numerose di queste chiese per viandanti sono dedicate a San Bernardo e a Santa Brigida.
 La leggenda narra che la Chiesa di Santa Brigida sul Faudo sorse su una roccia dove, tanti secoli fa, si era accampata una principessa del Nord Europa, presumibilmente svedese, chiamata appunto Brigida, che si stava recando a Roma.
Di notte la principessa fu insidiata dal diavolo, vestito con le false spoglie di un pastore, ma riuscì a non cedergli ed il diavolo lasciò sulla pietra i segni delle sue unghie.
E’ una leggenda popolare, che trasmette valori molto lontani della nostra terra, al tempo in cui i viaggi dei pellegrini verso Roma passavano attraverso quella che oggi è il “Sentiero Liguria” e la “Via della Costa”. (Foto)
Christian Flammia – 13 09 2017

Commenti chiusi