Ultime notizie

Castello D’Albertis: Un patrimonio di storie. La narrazione nei musei per la cittadinanza culturale

Martedì 28 novembre ore 17.30, Castello D’Albertis

Presentazione del volume 
UN PATRIMONIO DI STORIE – La narrazione nei musei, una risorsa per la cittadinanza culturale
 

L’esser presi per mano e condotti attraverso le sale da racconti che sono parte della vita di uomini e donne è una via importante per scoprire che il primo bagaglio essenziale per un viaggio dentro al museo non sono tanto le conoscenze disciplinari, ma occhi, mente e cuore aperti. La narrazione in chiave autobiografica è ormai riconosciuta non solo come strumento particolarmente duttile e congeniale alla mediazione del patrimonio culturale, ma vera e propria risorsa per la cittadinanza attiva, l’alfabetizzazione critica nell’età adulta e la creazione di “nuove appartenenze”. Anche i non “addetti ai lavori” potranno rintracciare nei tanti racconti pubblicati nel volume memorie e significati per vivere e far rivivere dipinti e oggetti, reperti e monumenti, che sanno parlare di noi e del nostro esistere.

A cura di Simona Bodo, Silvia Mascheroni e Maria Grazia Panigada, con una prefazione di Laura Curino (Mimesis Edizioni, Collana Eterotopie, Milano 2016)

Introduzione: – Maria Camilla De Palma, Direttore del Castello D’Albertis Museo delle Culture del Mondo

Interventi: – Simona Bodo, Un patrimonio di storie: perchè, per chi – Chiara Vangelista, Università degli studi di Genova: conversazione con le curatrici del volume Simona Bodo, Silvia Mascheroni, Maria Grazia Panigada e il pubblico

INFO: tel. 010 2723820
Dalle ore 15 alle ore 17 biglietto di ingresso al museo agevolato € 3,00 Bon Ton Bistrot resterà aperto fino alle 19

SIMONA BODO È ricercatrice e consulente in problematiche di diversità culturale e inclusione sociale nei musei. Su questi temi cura studi, seminari, pubblicazioni, percorsi formativi e di progettazione per istituzioni pubbliche e private, a livello nazionale ed europeo. Ha collaborato con la Pinacoteca di Brera e il Museo Popoli e Culture del Pime all’ideazione e realizzazione di progetti educativi al cui cuore è stato assunto lo strumento narrativo. È co-ideatrice e responsabile del sito “Patrimonio e Intercultura” (www. patrimonioeintercultura.ismu.org), promosso da Fondazione Ismu – Iniziative e Studi sulla Multietnicità. Tra i volumi da lei curati (oltre a Un patrimonio di storie): Educare al patrimonio in chiave interculturale. Guida per educatori e mediatori museali (con S. Mascheroni, Fondazione Ismu, 2012); Quando la cultura fa la differenza. Patrimonio, arti e media nella società multiculturale (con M. R. Cifarelli, Meltemi, 2006); Il museo relazionale (Edizioni Fondazione Giovanni Agnelli, 2003).

SILVIA MASCHERONI È ricercatrice nell’ambito della storia dell’arte contemporanea, dell’educazione al patrimonio culturale e della didattica museale. Progetta e conduce interventi formativi per responsabili dei servizi educativi e operatori di Soprintendenze e musei del territorio; cura la progettazione di esperienze per la mediazione e l’interpretazione del patrimonio culturale promosse dagli istituti museali, destinate a differenti pubblici, con particolare interesse per la mediazione in chiave interculturale e l’accessibilità intellettiva. Docente a contratto presso il Master “Servizi educativi del patrimonio artistico, dei musei di storia e di arti visive”, Università Cattolica del Sacro Cuore di Milano (dall’a.a. 2003-2004), è stata coordinatrice della Commissione tematica “Educazione e mediazione” ICOM Italia (2007-2016). È co-ideatrice e responsabile del programma “Patrimonio e Intercultura” e dell’omonimo sito , promossi da Fondazione Ismu.; è coordinatrice del progetto nazionale “Musei per tutti” promosso da Fondazione De Agostini e dall’Associazione “l’abilità” (Milano). Dall’aprile del 2016 è responsabile della progettazione dei Servizi Educativi della Fondazione Accademia Carrara di Bergamo.

MARIA GRAZIA PANIGADA Studiosa dei rapporti fra teatro ed educazione, ha scritto diversi saggi sull’argomento. Attraverso un approccio formativo, da vent’anni conduce laboratori teatrali, e in particolare di teatro di narrazione, rivolti a studenti, insegnanti e adulti. Negli ultimi anni ha sperimentato l’applicazione di questa competenza per l’utilizzo dello strumento narrativo con guide e mediatori museali. Nel ruolo di direttore artistico cura stagioni di prosa e manifestazioni teatrali, oltre a ideare e coordinare eventi culturali e spettacolari che coinvolgono enti e realtà del territorio. Attualmente è direttore artistico del Teatro Donizetti e del Teatro Sociale di Bergamo (settore prosa). 

CHIARA VANGELISTA È ordinaria di Storia e istituzioni delle Americhe presso la Scuola di Scienze Umanistiche dell’Università degli Studi di Genova. Le sue ricerche riguardano prevalentemente le relazioni inter-etniche nella formazione della società brasiliana, dal Settecento alla prima metà del Novecento. Nel 2006 ha fondato AREIA-AudioArchivio delle Migrazioni tra Europa e America.

Castello D’Albertis Museo delle Culture del Mondo
Corso Dogali 18 – 16136 Genova
tel 0102723820
web: castellodalbertis.museidigenova.it

Di Staff_ReteGenova

Vedi anche

Mons. Guido Marini è Vescovo: è stato ordinato da Papa Francesco in San Pietro

Arcidiocesi: Mons. Guido Marini è Vescovo: è stato ordinato da Papa Francesco in San Pietro …