News della Camera di Commercio di Genova – 16 novembre 2018

Camera di Commercio di Genova – Newsletter

 

Mareggiata del 29/30 ottobre 2018: modello per segnalazione danni

Le imprese danneggiate dalla mareggiata del 29/30 ottobre possono compilare il modello AE per le segnalazioni e dei danni subiti. Il modello va sempre inviato entro 30 giorni dall’evento allegando copia del documento di identità del legale rappresentante.

Le modalità di trasmissione sono:
– via posta raccomandata, indirizzata alla Camera di Commercio di Genova, via Garibaldi 4, 16124 Genova
– via PEC all’indirizzo: cciaa.genova@ge.legalmail.camcom.it
– per via telematica attraverso la piattaforma webtelemaco.infocamere.it.
– a mano presso lo sportello alluvioni della Camera di Commercio di Genova, via Garibaldi 4, dal lunedì al venerdì dalle 8.30 alle 11.45
– a mano presso lo sportello alluvioni della Camera di Commercio a Chiavari, Corso Genova 24, dal lunedì al venerdì dalle 8.30 alle 11.45

Si ricorda che l’eventuale erogazione del contributo è in ogni caso subordinata allo stanziamento di idonei fondi statali, regionali o comunitari.

Istruzioni per la compilazione del nuovo modello AE
Maggiori informazioni

Notizie Flash

Dal 12 novembre – Avviata la procedura di affidamento dell’attività di supporto alla creazione di un gruppo di lavoro transfrontaliero per il progetto

Fino alle ore 12 del 27 novembre sarà possibile inviare le manifestazioni di interesse.

La Camera di Commercio di Genova ha avviato un’indagine di mercato per acquisire manifestazioni di interesse a partecipare alla procedura di affidamento dell’attività di supporto alla creazione di un gruppo di lavoro transfrontaliero per il progetto “GRITACCESS” – C.U.P. I35J18000100002

Manifestazione di interesse
Modello A
Modello B

_________________________________________________________________________________

 

13 novembre – Ponte Morandi: l’analisi della Camera di Commercio sulle aree e i settori economici di provenienza delle segnalazioni di danni alle imprese

Commercio, industria e trasporti i settori più danneggiati dal crollo, sia per numero di denunce danni che per entità complessiva del danno.

Nell’industria il danno medio più alto, seguita da trasporti/spedizioni e costruzioni.

Il “resto di Genova” l’area geografica che ha compilato il maggior numero di denunce in assoluto, seguito da zona arancione/rossa e “resto d’Italia”.

Il tributo più alto in assoluto lo paga il commercio genovese, con 797 modelli presentati su 2058 e 121.104.653 euro di danni su un totale di 422.104.708, concentrati soprattutto in città (553 modelli e 46.211.050 euro). Subito dopo l’industria, con un numero molto minore di segnalazioni (212) ma un danno complessivo di ben 117.636.816 euro, 77.903.726 dei quali subiti nelle zone arancione/rossa. Al terzo posto i trasporti e le spedizioni, con 209 modelli e 95.013.318 euro di danni complessivi, anche questi provenienti in larga parte da Genova città (151 modelli per 68.819.702 euro).

Se invece del danno complessivo si guarda al danno medio subito, al primo posto sale l’industria con 554.890 euro, che diventano 1.997.531 nelle zone arancione/rossa e 2.217.488 in provincia di Genova. Al secondo posto i trasporti e le spedizioni, con un danno medio di 454.609 euro, e al terzo le costruzioni, con 221.610 euro.

Sono questi i primi risultati dell’analisi effettuata dagli uffici della Camera di Commercio a partire dai 2058 modelli AE di segnalazione dei danni diretti e indiretti subiti dalle imprese genovesi all’indomani del crollo di Ponte Morandi. Le sei aree geografiche prese in considerazione nell’analisi sono innanzitutto le zone arancione/rossa – quelle sotto il pone e nelle immediate vicinanze – il resto di Genova, i cinque Comuni della Valpolcevera (Campomorone, Ceranesi, Mignanego, Sant’Olcese, Serra Riccò), il resto della provincia e il resto d’Italia.

Delle 1434 imprese insediate nelle zona arancione e rossa, soltanto 404 hanno presentato alla Camera di Commercio la denuncia dei danni (28,2%), mentre ben 1420 vengono dal resto di Genova (3%), 54 dai Comuni della Valpolcevera (3,3%), 61 dal resto della provincia (0,3%), e ben 119 dal resto d’Italia (0,002%).

La denuncia che arriva da più lontano è stata inoltrata da un’impresa con sede a Madrid, mentre in Italia il primato della distanza fra sede dell’impresa e luogo del danno va alla Sicilia. La provincia, a parte Genova, che ha inviato più modelli è Milano (25) mentre fra i comuni spiccano le 24 denunce di Serra Riccò.  Ma è un danno ben ripartito su tutto il territorio nazionale, perché le province interessate sono 40.

Il danno più alto fra quelli denunciati alla Camera di Commercio, infine, sfiora i 50 milioni di euro ed è stato subito da un’attività industriale della zona rossa, mentre, all’altro estremo, sono 40 le imprese che hanno denunciato danni inferiori a 1000 euro.

“La sensazione è che molte delle imprese della zona rossa e arancione abbiano rinunciato in partenza a partecipare alla conta dei danni, o perché scoraggiate dalla mancanza di certezze sui fondi disponibili per gli indennizzi o perché non informate a sufficienza – è il commento del presidente della Camera di Commercio Luigi Attanasio – Quel che è certo è che si tratta di una questione non genovese ma nazionale, come dimostrano le oltre 100 denunce arrivate da fuori Liguria e la loro distribuzione in tutto il Paese. Ma soprattutto, aldilà delle denunce presentate preoccupa l’impatto sulle attività portuali e logistiche e sull’economia turistica, che va ben oltre gli importi segnalati e che stiamo cercando di stimare con altri strumenti”.         

Allegato

_________________________________________________________________________________

 

Dal 19 novembre al 12 dicembre – Cyber security, cobot, simulation e integration: si parte con gli aperiPID autunnali

Al via il secondo ciclo di incontri brevi per avvicinare professionisti e aziende alle tecnologie abilitanti, le nuove soluzioni digitali per l’ottimizzazione del lavoro e dei processi.

Ricominciano gli appuntamenti degli AperiPID per la scoperta delle tecnologie abilitanti. I nuovi strumenti informatizzati a disposizione di aziende e professionisti per agevolare e incrementare l’efficienza del lavoro sono le protagoniste di questi brevi appuntamenti di mezz’ora, proposti in orario mattutino per una colazione tecnologica con caffè e focaccia alle 8.15 e tardo pomeridiano, davanti a un aperitivo, alle 17.45.

Dopo il successo del ciclo primaverile degli Aperipid – a tema Stampa 3D, soluzioni cloud, internet of things e realtà virtuale – si continua a novembre e dicembre con altre quattro tecnologie abilitanti. Tutti gli incontri hanno un doppio appuntamento, alle 8.15 e alle 17.45. Si inizia con la Cyber Security (19 novembre alle 17.45 e 21 novembre alle 8.15), per poi passare ai Robot collaborativi (26 novembre alle 17.45 e 28  novembre alle 8.15) e alla Simulation (3 dicembre alle 17.45 e 5 dicembre alle 8.15) e concludendo con l’integrazione verticale e orizzontale (10 dicembre alle 17.45 e 12 dicembre alle 8.15).

Gli incontri sono gratuiti, per partecipare è sufficiente registrarsi compilando questo modulo, indicando gli appuntamenti a cui si desidera prendere parte. Tutti gli appuntamenti si svolgono presso la sede di Via Garibaldi 4 della Camera di Commercio di Genova. Per maggiori informazioni contattare lo 010/2706262 o inviare una mail a PID@ge.camcom.it.

Programma

_________________________________________________________________________________

 

Dal 20 al 29 novembre – Marchi, brevetti e modelli: arriva il network per la proprietà intellettuale

Brevi incontri formativi, networking, collegamento tra imprese e professionisti: ecco gli sforzi messi sul campo dalla Camera di Commercio per supportare le aziende su questa tematica.

Per supportare le imprese ad affrontare al meglio le implicazioni che derivano dalla gestione della proprietà intellettuale, iniziano in Camera di Commercio a Genova le Pillole di Proprietà Intellettuale (P.I.). Quattro appuntamenti brevi di mezz’ora, organizzati nella seconda metà di novembre per rispondere alle curiosità e spiegare le opportunità dei principi giuridici che mirano a tutelare i frutti dell’ingegno e dell’inventiva.

“Proprietà intellettuale” indica un macro-insieme che contiene le opere artistiche e letterarie, le invenzioni industriali, il design, i marchi. Al concetto di proprietà intellettuale fanno capo le tre grandi aree del diritto d’autore, del diritto dei brevetti e del diritto dei marchi. Le pillole rappresentano l’avvio del progetto “Network professionale per la proprietà intellettuale” creato dalla Camera di Commercio, ente preposto alla ricezione delle domande per la protezione dei diritti di proprietà industriale, per supportare e collegare imprese e professionisti.

I primo ciclo di incontri si svolgerà nel corso della seconda metà del mese di novembre: si parte dai vantaggi del marchio d’impresa (20 novembre ore 8.15) per passare a marchi e nomi a domini sul web (22 novembre, ore 17.45) e alla valorizzazione del brand e marchio d’impresa (27 novembre ore 8:15), concludendo con franchising e licensing (29 novembre ore 17.45). Tutti gli appuntamenti si svolgono presso la sede di Via Garibaldi 4 della Camera di Commercio di Genova.

Negli appuntamenti pomeridiani, sarà presente un piccolo aperitivo mentre in quelli mattutini una colazione di networking. Gli appuntamenti sono gratuiti, per registrarsi è sufficiente compilare questo form con l’indicazione degli incontri a cui si desidera partecipare.

Per maggiori informazioni, contattare lo 010/2704262 o inviare una mail a PID@ge.camcom.it.

Calendario

_________________________________________________________________________________

 

27 novembre – Convegno: Da Industria 4.0 a Impresa 4.0

La Sala delle Grida della Borsa Valori martedì27 novembre, dalle 14 alle 18.30, ospita un Convegno organizzato dall’ordine dei Dottori commercialisti e degli Esperti contabili di Genova, in collaborazione con Camera di Commercio e Punto Impresa Digitale. L’incontro affronterà le tematiche relative a sviluppo e innovazione di impresa attraverso gli incentivi fiscali, anche alla luce degli impatti della nuova legge di bilancio.

L’incontro affronterà le tematiche relative a sviluppo e innovazione di impresa attraverso gli incentivi fiscali, anche alla luce degli impatti della nuova legge di bilancio.

Programma

_________________________________________________________________________________

 

Note Legali | Privacy

Related Images:

I commenti sono chiusi.