Al Duse di Genova Patrizia Sandretto Re Rebaudengo e Ilaria Borletti Buitoni

Festival dell’Eccellenza al Femminile

Venerdì 23 novembre
Teatro Nazionale di Genova – Sala E. Duse – ore 17.00
Premio Ipazia all’Eccellenza Femminile a Patrizia Sandretto Re Rebaudengo e Premio Lady Truck Raimondo Sirotti a Ilaria Borletti Buitoni
 
Cerimonia di consegna del Premio Ipazia all’Eccellenza Femminile: 9° edizione del Riconoscimento Nazionale ed Internazionale per le donne che si siano distinte con il proprio operato nei campi dell’Arte e della Cultura, contribuendo al miglioramento del proprio paese e, tramite il proprio impegno, al miglioramento della condizione femminile. Il Premio Ipazia alla donna eccellente 2018 andrà a Patrizia Sandretto Re Rebaudengo, collezionista d’Arte e presidente della Fondazione Sandretto Re Rebaudengo.
La cerimonia-evento si apre con la presentazione della direttrice del Festival Consuelo Barilari e il saluto istituzionale di Ilaria Cavo, assessore Cultura Regione Liguria, e di Laura Repetto, delegata del Sindaco di Genova Marco Bucci. Segue una tavola rotonda introdotta da Alessandra Gagliano Candela (Accademia Ligustica Belle Arti), intervengono Francesca Guerisoli , direttrice artistica Fondazione Pietro e Alberto Rossini, Cesare Viel , docente Accademia Ligustica di Belle Arti, Linda Kaiser , critico d’Arte Art Tribune. Al centro dell’incontro, il ruolo delle Fondazioni nello sviluppo futuro dell’arte contemporanea, l’importanza della Fondazione Sandretto Re Rebaudengo per la promozione dei giovani artisti, la passione del collezionismo nella trasmissione a un pubblico il più possibile vasto di una cultura visiva del contemporaneo, il miglioramento della dimensione formativo/educativa nei confronti dell’arte contemporanea in Italia.
 
Cerimonia di consegna del Premio Lady Truck Raimondo Sirotti : 5° edizione di un riconoscimento nazionale e internazionale dedicato all’eccellenza nell’imprenditoria femminile. Il Premio Lady Truck Raimondo Sirotti andrà all’On.  Ilaria Borletti Buiton i, che avrà in omaggio un’opera del pittore Raimondo Sirotti. L’evento sarà preceduto da un incontro/intervista con la premiata intitolato Il paesaggio patrimonio dell’arte e dell’umanità. Intervengono Stefano Bigazzi, giornalista, Anna Orlando curatrice, Eugenio Buonaccorsi , storico del Teatro e dello Spettacolo, Eugenio Pallestrini , presidente Museo dell’Attore. Introduce la premiata la giornalista Bettina Bush .

Anna Orlando , curatore insieme a Matteo Fochessati della prima grande retrospettiva dedicata a Raimondo Sirotti (Bogliasco 1924-2017) che si terrà a Palazzo Ducale nel 2020, presenta in occasione della Cerimonia in anteprima il progetto espositivo nel tracciare un profilo artistico del grande maestro scomparso da poco più di un anno. La mostra, la più grande e completa mai realizzata per Sirotti, presenterà nella più importante prestigiosa sede cittadina, circa 300 opere tra grandi olii, tele minori, bozzetti, acquerelli, pastelli e schizzi per entrare nell’universo creativo dell’artista lungo l’intero corso della sua carriera che così sintetizza Fochessati: “l’iniziale richiamo alle architetture storiche di Sironi, l’avvio di una propria ricerca orientata alla decifrazione del rapporto paesaggio-luce, la condivisione del momento più intenso della stagione informale sul finire degli anni Cinquanta in Milano, la meditazione sulla funzione della luce nella paesaggistica inglese (Gainsborough, Constable e, per affinità elettiva, Turner) nel soggiorno in Inghilterra del 1968, l’esaltante approdo a una sempre più singolare cifra pittorica”. Un capitolo importante, mai affrontato fino ad ora con la dovuta circospezione, è il fenomeno delle “rivisitazioni”, ossia lo studio dei grandi Maestri del passato, dal Barocco genovese al Novecento storico dei liguri, che Sirotti approccia all’insegna della sua costante ricerca di verità. “Una verità che è sempre sostanzialmente quella della pittura”, come spiega la curatrice.
Nella stessa serata del 23 novembre viene proiettato in anteprima un video realizzato da Gabriele Sanlazzaro con la supervisione scientifica di Anna Orlando che contiene immagini suggestive, testimonianze dell’artista e dei maggiori critici che hanno seguito il suo lavoro negli anni. Come precisa la Orlando, si tratta di un flash solo veloce, ma intenso, per evocare anche con immagini e filmati “la straordinaria creatività di Sirotti sempre in equilibrio, sul filo dell’emozionalità, tra ispirazione lirica dalla natura e irrompente e prepotente vocazione alla pittura”.

010 6948277
ufficio stampa
Marzia Spanu

Di Staff_ReteGenova

Vedi anche

Passeggiando in Corso Firenze

Passeggiando in Corso Firenze Passeggiando in Corso Firenze mi capita spesso di fantasticare. Passeggiando in …