Camogli 4/01 – “COLPI DI TIMONE” TORNA A CASA

A Camogli, dove fu girato il film omonimo nel ’42, arriva “Colpi di Timone”, cavallo di battaglia di Gilberto Govi riproposto da Juri Ferrini.

In scena venerdì 4 gennaio (ore 21) al Teatro Sociale di Camogli

COLPI DI TIMONE

di Enzo La Rosa, con Jurij Ferrini e la compagnia Progetto URT: Rebecca Rossetti, Matteo Alì, Claudia Benzi, Angelo Tronca, Igor Chierici e Paolo Rocca

 

Juri Ferrini torna a Gilberto Govi e, dopo il debutto al Teatro della Corte di Genova, porta la commedia “Colpi di Timone” nella sua location originale: Camogli. Come non tutti sanno, infatti, il celebre film tratto da questo storico cavallo di battaglia del grande comico genovese fu girato proprio nella cittadina ligure, sul due alberi “Angiolina” ormeggiato in porto. Il film, diretto nel 1942 da Gennaro Rughelli, fu il primo successo cinematografico di Gilberto Govi e suscitò un grande clamore mediatico proprio perché le riprese si tennero in piena guerra. Camogli sarà il set cinematografico anche di “Il diavolo in convento” (1950), regia di Nunzio Malasomma, in cui Govi è al centro di una beffa architettata per salvare i pescatori sfollati a San Fruttuoso dopo i bombardamenti.

Il talento di Gilberto Govi – dichiara Jurij Ferrini – costituisce giocoforza un confronto tanto inevitabile quanto da evitare. Insomma pare proprio una specie di trappola. Colpi di timone, poi, contiene anche elementi poetici, in qualche caso filosofici e sicuramente un significato più profondo rispetto ad altri soggetti che Govi portò in scena. Giovanni Bevilacqua (il protagonista della vicenda) è un piccolo armatore, un vecchio lupo di mare, un uomo che si è fatto da se. Costretto a sopportare le malversazioni e gli “affari sporchi” di un sistema economico corrotto, da cui vorrebbe prendere le distanze, soffre da qualche tempo di forti fitte dolorose allo stomaco; il professor Brunelli, primario d’ospedale e suo vicino di casa, esaminate le radiografie, gli comunica che ha pochi mesi di vita per una incurabile lesione all’aorta, Da quel momento Giovanni Bevilacqua inizia a dire tutto quello che sa, quello che pensa e a creare uno scandalo dietro l’altro, in un crescendo di risate amare…fino ad un inaspettato lieto-fine.” ”: lasciando un po’ in disparte l’interno borghese, semi-realistico, che si usava alla fine degli anni ’50, concentrandomi sui rapporti fra i personaggi e soprattutto ponendo maggiore attenzione al testo… mi sono ritrovato per le mani una folgorante commedia popolare che è satira di costume, sicuramente comica, ma anche disincantata, un po’ cinica, con quella malinconia tutta ligure.”


Biglietti: €22 / under 26 €15 / under 12 €12


TEATRO SOCIALE CAMOGLI

Piazza Giacomo Matteotti, 5 –  Camogli (GE)

Tel. 0185 1770529

biglietteria@teatrosocialecamogli.it

info@teatrosocialecamogli.it – www.teatrosocialecamogli.it

 

Ufficio stampa

Marzia Spanu

Di Staff_ReteGenova

Vedi anche

In villeggiatura ad Arenzano

In villeggiatura ad Arenzano E ritorniamo ancora a camminare nel passato, nel tempo di una …