22° SUQ FESTIVAL: DONNE, ISOLE , FRONTIERE

Porto Antico: 22° SUQ FESTIVAL: DONNE, ISOLE , FRONTIERE

Dal 28 agosto al 6 settembre torna il 22° Suq Festival: teatro, incontri, showcooking, laboratori, pratiche per l’Ambiente e cene conviviali.

Il Mondo in piazza, eventi dal vivo e online

Dopo la preview del 15 giugno, inizia il 28 agosto in Piazza delle Feste il 22° Suq Festival ultimo evento di Porto Antico EstateSpettacolo.

La Piazza è sempre la stessa, un affaccio fisico sul mare e immaginario sul mondo; per 10 giorni di Festival e la rassegna Teatro del Dialogo al centro della programmazione.

Un SUQ un diverso dal solito, un altro allestimento scenico che non vedrà il consueto bazar dei popoli colorato e affollato. L’accesso a Piazza delle Feste avrà nuove modalità e alcune necessarie limitazioni dovute all’emergenza che stiamo vivendo, ma il senso di vicinanza che da sempre caratterizza il SUQ travalica ogni distanziamento imposto dalla prudenza.

#suqfest20

Al centro di questa edizione ci sarà il Teatro ma non mancheranno performance di danza, concerti, incontri, showcooking, laboratori per bambini, buone pratiche per l’Ambiente, attività educative e cene conviviali (su prenotazione).

8 titoli di cui 7 novità per Genova, 7 Compagnie, 12 rappresentazioni, 2 prime nazionali e una nuova produzione per bambini terranno vivo lo spirito del SUQ .

Anche se i posti in sala saranno limitati, i numerosi Amici del SUQ potranno seguire buona parte del programma online, sui canali social, su canali Youtube del Suq e dei suoi Partner, utilizzando apposite piattaforme.

Programma della 22^ Edizione – Spettacoli Teatrali

Il focus del 2020 sarà su Frontiere, ultimo tema del triennio di programmazione 2018/2020.

Canto di passo

  • 28 e 29 agosto
    Piazza delle Feste h. 21:00
    Compagnia Del Suq
    con Moni Ovadia e con Carla Peirolero, Mirna Kassis canto, Salah Namek violoncello

Un racconto, fatto di letture, brani recitati e canzoni, per affrontare uno dei fenomeni che caratterizza come nessun altro la nostra epoca.
C’è chi raggiunge Lampedusa a bordo di un barcone, chi attraversa il deserto per un miraggio chiamato Europa e poi c’è Lucy la donna vissuta 24.000 anni fa, la prima migrante che si racconta dalla sua teca dentro il museo dei Balzi Rossi. E infine un bambino che sogna di vedere seduto su una nuvola la terra, finalmente senza confini.
Uno sguardo emozionante, trasversale, che abbraccia epoche e situazioni diverse.

Mbira

  • 30 agosto
    Piazza delle Feste h. 21:00
    con Ilenia Romano, Giselda Ranieri danza e voce, Marco Zanotti percussioni, limba, Zam Moustapha Dembélé kora, tamanì, voce, balafon, Roberto Castello.

Uno spettacolo per due danzatrici, due musicisti e un regista sul complesso rapporto fra la nostra cultura e quella africana.
Quanto ha contribuito l’Africa a renderci quelli che siamo? E quanto gli europei e gli arabi che per secoli hanno esplorato, colonizzato e convertito ogni angolo del pianeta entrando in contatto con la cultura dei conquistati, ne sono stati a loro volta influenzati?
Mbira è uno strumento musicale dello Zimbabwe, è una parola che incarna storie, musiche, balli, feste e cultura che fanno da trama a uno spettacolo che, ha come inevitabile epilogo una festa.

Porto a porto

  • 31 agosto e 1 settembre
    Piazza delle Feste h. 21:00
    di e con Marina Senesi
    in collaborazione con Suq Festival e Teatro

Una avventura teatrale, in prima nazionale per navigare insieme agli spettatori in mare aperto, con l’immaginazione. Un viaggio comico, surreale, lungo le sponde del “Bel Paese”, per indagare questioni molto urgenti sui temi dell’ambiente, dell’inquinamento, delle migrazioni.

Porto a porto è tratto da un’esperienza realmente vissuta che ha divertito e informato gli ascoltatori di Caterpillar (Rai Radio2) tra il 2009 e il 2011 in cui Marina Senesi ha realizzato, come corrispondente di Caterpillar, tre viaggi incredibili via mare.

Il cielo non ha muri

  • Mercoledì 2 settembre e giovedì 3 settembre h. 10.30, Venerdì 4 settembre h. 10.30 e 12.00
    Piazza delle Feste

Una parabola moderna per ricordare a grandi e piccini che i muri, per quanto alti, non saranno mai all’altezza delle nuvole e che tutti i muri, che siano fatti di idee o innalzati col cemento, prima o poi vengono abbattuti.
Da Il cielo non ha muri di Agustín Fernández Paz e Dall’altra parte di Laurence Fugier

Vecchia sarai tu!

  • Giovedì 3 settembre 2020
    ore 21 Piazza delle Feste
    di Antonella Questa e Francesco Brandi

Perché non vogliamo accettare l’età che avanza? E’ proprio intorno a questa riflessione che ruota lo spettacolo.
Tre donne in scena, ognuna con i propri modi di intendere e vivere il tempo: la nonna vuole riappropriarsene, la nuora tenta di fermarne i segni e la nipote, sempre lo rincorre perché troppo poco. Un altro punto di vista per affrontare con leggerezza e sensibilità il tabù dei nostri tempi, e su come possa ancora offrire momenti felici e appaganti.

Io, Trafficante Di Uomini

  • Sabato 5 settembre 2020
    ore 21 Piazza delle Feste
    Di e con Giampaolo Musumeci e Margherita Saltamacchia. Tratto da Confessioni di un trafficante di uomini.

Il lavoro, nato nell’estate del 2018, prende le mosse da testimonianze vere e mette in scena il più grande fenomeno dei nostri tempi.
Un giornalista e un’attrice rivivono giorno il giorno in cui hanno incontrato Lucia, giovane profuga siriana , da una parte l’inchiesta giornalistica dall’altra l’approccio emozionale e poetico , in mezzo Lucia, con la sua storia personale e unica ma in qualche modo anche iconica e universale.
Per capire, scoprire e non restare indifferenti.

Come diventare italiani…il tutorial

  • Domenica 6 settembre 2020
    ore 21 Piazza delle Feste
    con Marcela Serli
    regia Sabrina Morena

Un monologo amaro che sembra raccontare cose inverosimili ma che in verità è lo specchio crudele dei tempi.
Spunti comici, o meglio tragico – comici, che giocano tra stereotipi sulla moda, sugli usi e sui costumi, i gesti e le parole d’ordine e che dipinge il Bel Paese alle prese con le sfide del mondo globalizzato.
È possibile parlare d’identità culturali e nazionali in un mondo sempre più sottoposto alle leggi del mercato?

suq-festival-musica-etnica-2015

Le cucine del SUQ Festival

Prenota La Tua Cena Al Suq

Ogni sera dalle 19 alle 23 potrai gustare nello spazio antistante Piazza delle Feste, i piatti di alcuni ristoranti “storici” del Suq.
Info e prenotazioni whatsapp tel. 329 2054579

Dal 28 agosto al 6 settembre: Bombay Palace
ristorante indiano Savona-Darsena

Dal 28 agosto al 1 settembre:
Ristorante Soraya: cucina persiana
Veracruz: cucina tradizionale messicana

Dal 2 al 6 settembre:
Mescite
: panini, piatti, birre del Nord Europa
Ristorante Jamila : cucina senegalese

In collaborazione con CIV Porto Antico
convenzioni e promozioni speciali in alcuni ristoranti e bar dell’area per gli spettatori e per chi ha la Suq Card

suq a genova

Tutto quello che c’è da sapere sul 22° SUQ Festival

Info Biglietti Teatro

Prezzi: Intero € 10, ridotto € 7, spettacoli per bambini € 4
Acquistali su Vivaticket e Happyticket oppure al 22° Suq Festival orario biglietteria: tutti i giorni h. 18 – 21
E domenica 6 settembre h. 17 – 21

Orari Apertura Suq

Tutti i giorni 16 – 24
Inaugurazione 28 agosto h 18 con La Banda Di Rivarolo
INGRESSO LIBERO (Esclusi gli spettacoli teatrali)

Prenotate Il Vostro Posto!

Per accogliervi al meglio e in sicurezza è raccomandata e preferibile la prenotazione non solo per il teatro, ma anche per gli altri eventi gratuiti.
Info e whatsapp: tel. 329 2054579

Contatti

Infoline 329 2054579
@suqgenova
festival@suqgenova.it
www.suqgenova.it
#suqfest20 #frontiere

Per il programma completo di tutti gli eventi visitate il sito ufficiale

L’articolo 22° SUQ FESTIVAL: DONNE, ISOLE , FRONTIERE proviene da Porto Antico di Genova.

Fonte. Porto Antico

Di Staff_ReteGenova

Vedi anche

Acque di balneazione e monitoraggio Ostreopsis Ovata: prosegue il monitoraggio

Arpal: Acque di balneazione e monitoraggio Ostreopsis Ovata: prosegue il monitoraggio Si avvia alla conclusione, …

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: