VINCE IL TROFEO MIGLIOR SOMMELIER DEL VERMENTINO 2021 MAURA GIGATTI, PREMIATA DA AIS LIGURIA IERI A SESTRI LEVANTE

VINCE IL TROFEO MIGLIOR SOMMELIER DEL VERMENTINO 2021 MAURA GIGATTI, PREMIATA DA AIS LIGURIA IERI A SESTRI LEVANTE
Sestri Levante. Si è svolta ieri all’Ex Convento dell’Annunziata l’ottava edizione del concorso nazionale Trofeo Miglior Sommelier del Vermentino, organizzata e curata da Ais Liguria Associazione Italiana Sommelier. A vincere il titolo di Miglior Sommelier del Vermentino 2021 è l’emiliana Maura Gigatti, premiata da Alex Molinari, presidente di Ais Liguria, alla presenza del vice presidente e assessore all’Agricoltura di Regione Liguria Alessandro Piana, del presidente nazionale dell’Associazione Italiana Sommelier Antonello Maietta e del vicesindaco di Sestri Levante Piero Gianelli. Secondo classificato Luca Matarazzo, mentre terzi, a pari merito, Salvatore Poddesu e Alessandro Rosi.  
Lo scopo della competizione, oltre a quello di valorizzare la figura e la professione del sommelier, è quello di promuovere e il vitigno Vermentino e i vini da esso ottenuti. Al vincitore è stata consegnata una borsa di studio del valore di €1500. Maura Gigatti si è avvicinata al mondo della ristorazione in modo graduale, prima con collaborazioni nei principali locali di Parma e poi nel 2008 come imprenditrice. L’ingresso nella sommellerie professionale inizia nel 2013, prima con il diploma Ais e poi con il master Alma Ais, seguito nel 2015 dal titolo di Sommelier professionista; sempre nello stesso anno frequenta il Corso tecniche di servizio del Sommelier, proseguendo con la partecipazione a seminari e corsi di degustazione più specifici. La conoscenza sempre più approfondita del vino e l’attività di sommelier aiutano Maura a focalizzarsi sui concorsi dedicati ai vini, a partire dal Master del Lambrusco, per poi passare a quello del Vermentino e al Trofeo del Soave. In un settore tuttora a forte prevalenza maschile, Maura ha saputo distinguersi e farsi apprezzare, arrivando già nel 2015 alla semifinale del Miglior Sommelier d’Italia, così come gli anni successivi. Nel frattempo arrivano anche i premi, con il secondo posto al Trofeo Consorzio vini di Romagna e la vittoria al Master del Lambrusco. Il 2017 si è caratterizzato con il titolo di terza classificata al Master del Nebbiolo, prima classificata al Master del Primitivo e seconda al Trofeo miglior sommelier del Vermentino. Nel 2018 è entrata a far parte, come sommelier, dell’Associazione Le Donne del Vino – con le quali ha partecipato al Concorso internazionale Feminalise di Parigi come degustatrice e alla presentazione a New York di Wine Spectator – e di Noi di Sala.
Oltre all’elezione del Miglior Sommelier del Vermentino, durante la giornata di ieri all’Ex Convento dell’Annunziata si sono svolte due degustazioni dell’evento Mare&Mosto – Le Vigne Sospese dal titolo “Il Vermentino in Liguria fra uomini e terra” con la partecipazione dei produttori liguri e condotte da Antonello Maietta, Presidente di Ais e Marco Rezzano, Delegato Ais di Genova. La prossima edizione di Mare&Mosto sarà a fine maggio 2022.

Di Staff_ReteGenova

Vedi anche

Apertura dell’anno pastorale – Chiamati con fiducia al cammino sinodale, sotto lo sguardo della Madonna della Cattedrale

Arcidiocesi: Apertura dell’anno pastorale – Chiamati con fiducia al cammino sinodale, sotto lo sguardo della …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: